Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, l’analisi più lucida? Quella di Thiago Cionek

Reggina, l’analisi più lucida? Quella di Thiago Cionek

Che questa Reggina non fosse una squadra di ‘sbarbatelli’ lo si poteva capire semplicemente andando a guardare l’età media.  Il fatto che a disposizione di Toscano ci fossero soprattutto calciatori esperti lasciava ben sperare rispetto alla possibilità che si potesse superare indenni il momento negativo.

Per fortuna le quattro sconfitte consecutive adesso sono alle spalle e la vittoria contro una squadra come il Brescia, seppur molto rimaneggiata, può diventare un nuovo punto di partenza.

Vietato, dunque, esaltarsi, anche perché la classifica non consente certo di fare voli pindarici.  Molto utile è, invece, trarre quanto di buono fatto, a partire dal non aver regalato nulla agli avversari.  Questo sì che può rappresentare la vera leva per un futuro dove si potrà migliorare anche la proposta di gioco.

Non a caso, l’analisi più lucida è arrivata da uno che a lungo ha giocato ad altissimi livelli. “In altre gare – ha detto Thiago Cionek a fine partita –  abbiamo giocato meglio, ma abbiamo evitato errori commessi in altre partite”.

Coniugare le migliori prestazioni offerte e limitare gli errori di vario genere fatti deve essere il nuovo obiettivo della squadra. Facendo, ovviamente, punti nel frattempo.