Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Brescia, il doppio ex Ciccio Marino: ‘Sarà sfida della paura, chi perde va seriamente nei guai’

Reggina-Brescia, il doppio ex Ciccio Marino: ‘Sarà sfida della paura, chi perde va seriamente nei guai’

Ciccio Marino è uno de doppi ex più significativi di Reggina-Brescia, in programma sabato alle 15.30 al Granillo. Non a caso è stato interpellato da Il Giornale di Brescia per parlare della sfida che coinvolge le sue due ex squadre.

Reggino di Palizzi Marina, è cresciuto nel settore giovanile amaranto. Lo ha fatto al fianco di Mimmo Toscano ed è arrivato in A: nell’Udinese, nel Brescia e c’è stato anche spazio per un ritorno alla Reggina.

Una carriera condita da partner d’attacco d’eccezione come Biehroff, Baggio, Carnevale e Hubner.

A Reggio componeva una coppia atipica con Rubens Pasino, essendo entrambi privi della fisicità che si richiede ad una prima punta.

Al Brescia, oltre a giocare con il Divin Codino, ha anche fatto centro contro la Reggina.

“Considerando le ambizioni che avevano entrambe prima che cominciasse il campionato e invece la classifica attuale, sarà la sfida della paura. Il pareggio mi sa che non serve a nessuno e chi perde si mette seriamente nei guai”.

“Nemo profheta in patria. Con me c’era anche l’attuale allenatore Domenico Toscano: ci mandarono a fare una lunga gavetta. Poi, però, sono tornato”.

“Mi volle Lo Monaco che mi aveva avuto all’Udinese. Al Brescia rimasi due stagioni, inframezzate da una al Lecce. Ho splendidi ricordo del mio periodo in biancazzurro. Segnani proprio alla Reggina in Serie A. Giocare con Baggio è stato un privilegio, un giorno mi disse di non preoccuparmi, che aveva giocato con giocatori forti e che anche io lo ero”.