Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Prima sentenza dell’anno: non è una Reggina fortunata

Prima sentenza dell’anno: non è una Reggina fortunata

I tifosi stanno già proponendo una gita a Bagnara. Il dato di fatto è che se ne ne sono accorti anche loro. La Reggina di questa stagione sta facendo i conti con un’incredibile susseguirsi di episodi negativi.

Come se non bastassero i punti lasciati per strada nelle prime sei partite, con tanto di rigori sbagliati e che regalano una classifica inferiore a quanto si sarebbe meritato.

Come se non bastasse perdere Menez, ritrovarlo e vederlo cacciato per motivi veniali.

Ci sono anche gli infortuni.  Quelli che, in tempi diversi, hanno colpito Cionek, Faty, Vasic, Charpentier e Rivas.  Ma anche lo stesso Menez.

Fa, tra l’altro, quasi impressione la concentrazione dei problemi abbia riguardato soprattutto l’attacco.

Nonostante la pausa, Mimmo Toscano rischia di arrivare alla partita con il Pisa senza calciatore su cui immaginava di poter contare come Rivas e Charpentier.

Frecce importanti per l’arco offensivo che nelle ultime settimane ha dovuto praticamente riporre tutte le speranze sul trentanovenne Denis.

Qualche speranza c’è per l’honduregno, ma fa effetto pensare che prima di avere un risentimento ad Empoli fosse stato a lungo risparmiato per evitare una ricaduta dopo il precedente problema muscolare.

Il tutto mentre Toscano avrà Delprato e Lafferty che arriveranno a settimana inoltrata.