Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Taibi: ‘Tra le prime dieci o sarà un fallimento, essere cattivi anche in allenamento’

Reggina, Taibi: ‘Tra le prime dieci o sarà un fallimento, essere cattivi anche in allenamento’

“Parte tutto da un atteggiamento che deve iniziare dagli allenamenti. Per attaccamento alla maglia ed impegno, questi ragazzi sono encomiabili, ma calcisticamente parlando ora bisogna pensare ad essere prima di tutto cattivi e poi belli. Attenzione, non voglio gettare la croce addosso agli attaccanti. Il mio è un discorso che riguarda il collettivo. In difesa, ad esempio, abbiamo subito gol evitabilissimi”.

Sono le parole con cui il direttore sportivo della Reggina Massimo Taibi, ai mcirofoni della Gazzetta del Sud, ha nuovamente inteso dare una scossa all’ambiente.

Gli amaranto dopo il turno di  stop sono attesi, domenica sera, da una partita da vincere.  Occorrerà fare risultato pieno se si vorrà dare seguito all’obiettivo dichiarato dal dirigente.

Massimo Taibi, nei giorni scorsi, ha dichiarato che almeno dieci squadre sono superiori alla Reggina per budget e nomi. “Non significa – ha spiegato – che vogliamo arrivare undicesimi, perchè il nostro lavoro deve essere finalizzato a superare il maggior numero possibile degli avversari che ci precedono. Qualora non arrivassimo nella parte sinistra della classifica, sarebbe un fallimento”.

E poi lo sguardo è ad un futuro che non deve essere necessariamente immediato. “Da parte mia – ha detto – farò di tutto affinché questa città si riprenda ciò che merita. La Serie A è il mio chiodo fisso, fin da a quando sono tornato”.