Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Plizzari: ‘Ho scelto Reggio guardando i video dei tifosi, mi sono venuti i brividi’

Reggina, Plizzari: ‘Ho scelto Reggio guardando i video dei tifosi, mi sono venuti i brividi’

di Pasquale De Marte –  Un anno dopo l’esplosione di Gigio Donnarumma al Milan si parlava giù del suo erede.  Classe ’99 l’attuale estremo difensore del Milan, classe 2000 Alessandro Plizzari oggi alla Reggina.

Un paragone gravoso, sebbene tra i due ci sia un grande rapporto d’amicizia. dovuto anche all’essere stati sempre a distanza ravvicinata in fatto di militanza nel settore giovanile rossonero.

“Mi sembra – ammette per  Strill.it l’estremo difensore amaranto – esagerato. Lui è uno dei portieri più forti in circolazione.  Da una parte è un paragone bellissimo, dall’altro vorrei fare il mio percorso che oggi è totalmente diverso dal suo. Quando iniziavo a sentirlo la cosa mi rendeva felicissimo, ma devo essere obiettivo con me stesso: il paragone non è al 100% giusto. Fare ciò che ha fatto lui credo sia il sogno di ogni ragazzo, io al momento posso sperarlo”.

Milanista di fede e di formazione calcistica, Plizzari non ha dubbi sul suo idolo: ‘Per quelli della mia età e che giocano in porta, non si può che dire Gigi Buffon“.

Dopo le esperienze di Terni e Livorno, per il giovane portiere è arrivata la Reggina.  “Confrontandoci con il Milan – rivela –  abbiamo capito che Reggio poteva essere la destinazione più giusta. Era una società importante. Poi a volermi c’era un portiere dal passato importante come Taibi“.

Come tanti altri calciatori, però, ad oggi per l’estremo difensore c’è un grande rammarico: vedere il Granillo senza pubblico.  Anche perché si lascia andare ad una rivelazione.  “Appena mi ha chiamato la Reggina, sono andato – racconta – a cercare su internet la città e i video dei tifosi.  Mi sono venuti i brividi, tante volte quanto ho visto ti dà quella spinta più.  Il pubblico manca in tutti gli stadi, ma i nostri tifosi sono da dieci e lode”.

 

Leggi anche:

Reggina, Plizzari adesso è pronto: ‘Col Covid non si scherza, ho avuto paura di infettare gli altri’