Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Plizzari adesso è pronto: ‘Col Covid non si scherza, ho avuto paura di infettare gli altri’

Reggina, Plizzari adesso è pronto: ‘Col Covid non si scherza, ho avuto paura di infettare gli altri’

di Pasquale De Marte – Alessandro Plizzari è un ragazzo del 2000, atleta professionista ed in piena salute.   Uno di quelli che, al tempo del Covid, una volta infettati hanno grandi possibilità di rientrare nel 94% di asintomatici e pauci-sintomatici.  E, per fortuna, il portiere della Reggina così è stato.

Era il 9 ottobre e si trovava in Islanda, nel ritiro dell’Italia Under 21, gli diedero notizia del tampone positivo.  Una notizia sorprendente, se si considera i rigidi protocolli a cui i calciatori sono sottoposti.

“Ho avuto l’esito – rivela il portiere amaranto – dopo tre tamponi negativi”.

La malattia, come spesso accade nella sua fascia d’età, non gli ha mostrato i denti. Ma ci tiene a veicolare un messaggio: ‘Con il Covid non si si scherza, avevo paura che avessi potuto contagiare qualcuno durante gli allenamenti. Bisogna rispettare sempre le regole”.

Un volo privato lo ha riportato in Italia dal Nord Europa. dove ci sono state settimane di duro isolamento. “L’ho passato a casa, sperando che il tampone potesse diventare negativo il prima possibile”.

Una calvario quello del giovane portiere che si è interrotto solo lo scorso 2 novembre. Adesso, però, dopo la pausa tornerà a giocarsi il posto con il suo collega Guarna. Il peggio è ormai dietro le spalle.