Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, cambi e secondi tempi: evoluzione indigesta

Reggina, cambi e secondi tempi: evoluzione indigesta

Il campionato di Serie B ha la caratteristica di essere spesso molto equilibrato. Le partite vivono sul filo e molto spesso si risolvono nella ripresa.

Ad alterare sfide senza padroni sono essenzialmente episodi che possono nascere dai cali di concentrazione, dalla diversa tenuta fisica dalle contendenti e dai cambi degli allenatori.

La Reggina deve iniziare a concentrarsi sul perché è una delle squadre che vede smaterializzarsi più punti nella ripresa.

La speciale classifica dei primi tempi vedrebbe la formazione di Mimmo Toscano al quinto posto assoluto della graduatoria. Oggi la Reggina è dodicesima.

Andando, però, a valutare solo la media punti (molte squadre devono recuperare partita) la squadra dello Stretto sarebbe settima. In sette partite la squadra ha già perso 3 punti tra primi e secondi tempi.

La proiezione sull’intero campionato andrebbe oltre 15 punti. Davvero troppi.