Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, il campionato alza il tiro: amaranto chiamati a rispondere presente

Reggina, il campionato alza il tiro: amaranto chiamati a rispondere presente

Attorno al campionato di Serie B si dicono tante frasi fatte. Non perché siano banali, queste non corrispondono al vero. Anzi.

Quando si dice che in cadetteria partite facili non ve ne ne sono, non si mente. Si dice la verità. Si può sempre perdere con l’ultima e vincere con la prima.

Ad inizio campionato, però, esistono dei valori assoluti. Sono quelli che si valutano in base al curriculum dei calciatori che formano una e magari alle ambizioni.

Non si fa torto a nessuno se si dice che, fino al momento, la Reggina non ha affrontato nessuna delle corrazzate del torneo.  Con l’eccezione del Pordenone, la squadra di Toscano ha affrontato avversari che sul piano tecnico appaiono al momento molto lontani dalla squadra messa in piedi da Massimo Taibi con gli investimenti di Luca Gallo.

Adesso, prima della sosta, la Reggina affronterà due squadre che ad inizio campionato erano accreditate di essere superiori agli amaranto.

La Spal prima. Una squadra che ha incassato il paracadute e per effetto della crisi Covid si è ritrovata praticamente a fare la B con una squadra da Serie A.

Poi toccherà all’Empoli, una società che ciclicamente riesce a formare giocatori che in un paio d’anni riescono a traghettarla in Serie A.

La Reggina sa che, adesso, il calendario ed il campionato alzano il tiro. Mimmo Toscano e i suoi hanno tutta l’intenzione di farsi trovare pronti.