Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: ansia per Menez, fondamentale al di là delle giocate. La spiegazione di Toscano

Reggina: ansia per Menez, fondamentale al di là delle giocate. La spiegazione di Toscano

L’appuntamento del Dall’Ara, in Coppa Italia, può essere considerato per la Reggina un piacevolissimo intralcio. Calcare un campo di Serie A regala comunque una bella soddisfazione.

Li ha calcati a lungo Jeremy Menez che, in realtà, ha giocato anche la Champions League. Oggi la Reggina spera di recuperarlo per la sfida contro la Spal.

Mimmo Toscano, nella conferenza stampa che ha anticipato la gara contro il Bologna, ha spiegato perchè il francese diventa fondamentale al di là delle sue giocate.

Ha, infatti, sottolineato come nel momento in cui le squadre avversarie vanno a schermare Crisetig, come avvenuto a Pordenone, il francese gioca un ruolo fondamentale nel diventare il regista aggiunto.

L’ex Roma, Milan e Paris Saint Germain è infatti l’uomo che arriva bassissimo a prendersi la palla e a suggerire per i compagni.

Le contingenze del gioco gli regalano spazio partendo da dietro per le sue giocate illuminanti.  Gli avversari, in fondo, potrebbero anche marcarlo a uomo, ma giocare da punta può equivalere a portare fuori un difensore, dando spazio all’inserimento dei centrocampista.

Dare la palla a Menez, tra l’altro, equivale a metterla in banca. Non è un caso che con lui in campo la Reggina non sia mai andata in difficoltà sotto il profilo del gioco e magari a Pordenone avrebbe aiutato la squadra nel momento di massimo sforzo dei padroni di casa (primi 15-20 minuti del primo tempo).

Il calciatore è a Reggio e sta provando a recuperare da una contrattura al retto femorale.  Toscano spera di averlo contro la Spal.