Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Virtus Entella – Reggina, le pagelle degli amaranto

Virtus Entella – Reggina, le pagelle degli amaranto

Guarna 5,5  – Un’uscita vuota, un paio di respinte non ottimale. Va ad un passo dal parare il rigore al 90′ e questo avrebbe cambiato le cose.

Loiacono  6,5 – Prova senza sbavature.

Cionek 6 – Maniere forti quando servono, offre solidità.

Rossi  5 – Secondo rigore in due partite e qualche duello con gli avversari dove non sembra lui. Non è momento.

Situm 6  – Troppo timido, forse perché sa di essere attaccante e di dover impegnarsi di più in fase difensiva. Qualità, però, ne ha.

(93′ Vasic s.v.)

Bianchi  6 – Qualche buon spunto, in un primo tempo dove si gioca sul filo della lotta fisica.

(46′ Folorunsho 6  – Ottima prova, se non fosse per quel gol mancato poco prima de pareggio subito)

Crisetig  7 – Centrocampista come da tempo non se vedevano a Reggio.  Il gol impreziosisce la sua solita prova da direttore d’orchestra

(83′ De Rose s.v.)

 Liotti 6 – Ad un passo dal gol, nel complesso gioca bene.

(83′ Di Chiara s.v.);

Bellomo  6 – Il lavoro in copertura su Paolucci non è facile da notare. Lo vede Toscano.

(46′ Mastour 6,5 –   Cambia la partita, qualità tecniche fuori dal comune)

Ménez 6.5 – A lui bastano dieci minuti per spaccare in due le partite di Serie B o una sola giocata. Lo si capisce anche a Chiavari.

Denis  6 – Gli manca il gol, per il momento c’è la generosità e tante sportellate.

Toscano 6,5  – La Reggina è un orologio al momento.  Negli ultimi minuti forse si poteva fare prima il cambio Vasic – Denis. Se l’unica grande colpa di una squadra è non aver raddoppiato, si può dire poco all’allenatore.