Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: più i giorni passano, più le pretese in uscita si abbassano

Reggina: più i giorni passano, più le pretese in uscita si abbassano

Massimo Taibi, qualche giorno, pur usando termini morbidi dava l’idea di iniziare a perdere la pazienza.

Motivo del suo turbamento era il fatto che diversi calciatori, nonostante buone richieste, prendessero tempo.

La Reggina della passata stagione per i calciatori di Serie C era una sorta di porto sicuro.  Un approdo dove il buon contratto sottoscritto lo scorso anno adesso è una sorta di polizza in vista della prossima stagione.

Le offerte molto spesso non sono alla pari, ma occorre precisare che le società di C pagheranno a caro prezzo il post Covid. Più delle altre categorie.

Tuttavia, i calciatori in uscita dal Sant’Agata sono elementi che più che sul mero ingaggio, vogliono vederci chiaro sul progetto che vanno a sposare ed in alcuni casi hanno preferenze diverse rispetto all’offerta più concreta tra quelle ricevute.

Il rischio è però di puntare troppo i piedi e finire fuori dalle rose di Serie C.

Si, perché non bisogna mai dimenticare che la C ha bloccato gli organici delle squadre a poco più di venti calciatori.

Restare fermi o fuori lista potrebbe essere un rischio enorme per calciatori che, come nel caso della Reggina, hanno età attorno o oltre i 30 anni

Ecco perché dopo l’accelerata della settimana passata, si attende un’altra tranche di uscite nei prossimi giorni.