Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / La Reggina cerca il supercolpo in difesa: due sogni proibiti, ma non troppo

La Reggina cerca il supercolpo in difesa: due sogni proibiti, ma non troppo

Alcune dichiarazioni raccolte da Reggionelpallone pochi minuti fa raccontato di un presidente Gallo che ha annunciato un potenziale supercolpo.

Gli amaranto sognano di occupare le caselle chiave (difensore centrale e centrocampista centrale) con uomini di alto profilo.

A lungo si era immaginato si potesse andare a caccia di calciatori di primo livello per la B. Tuttavia, le parole di Gallo suggeriscono che si andrà oltre.

Andando a scandagliare il modus operandi della Reggina, soprattutto sul mercato estero, si nota che c’è spesso un filo conduttore

Si va ad approcciare calciatori, anche di alto livello, a patto che siano liberi da vincoli contrattuali e spesso seguendo una probabile medesima rete di contatti.

E più di un sospetto porta, al momento, a due calciatori.

Uno è Kyryakos Papadopoulos.  Il centrale della nazionale greca si è svincolato dall’Amburgo e certa una nuova sistemazione.  Chissà che non ci sia lo stesso intermediario a proporre l’affare agli amaranto che magari sta curando la trattativa che porterà Stavropoulos agli amaranto.

Solo due mesi fa, però, si diceva che il suo ingaggio fosse fuori portata e non è detto che le cose siano cambiate.

Altri indizi, però, portano ad un’ipotesi clamorosa.  Sul taccuino amaranto potrebbe esserci il campione del mondo in carica Adil Rami.   Sulla pista non arrivano conferme, ma neanche smentite.  Circostanza eloquente in questi casi.

Campione del mondo in carica con la Francia, connazionale di Menez, si è appena svincolato dai russi del Sochi.

Rispetto a Papadopulous ci sono 7 anni di differenza (il francese è classe 1985, il greco classe 1992).  L’affare relativo al calciatore transalpino, paradossalmente, sembra più percorribile.

Il fatto che la Reggina abbia preso Menez potrebbe essere un incentivo importante per il connazionale.

Si trova probabilmente ad un bivio: cercare nuovi stimoli o scegliere un’avventura esotica?

Quando ha lasciato il Fenerbache per il Sochi ha detto di averlo fatto per giocare in uno stadio pieno e di non curarsi più del denaro.

Nel 2019 aveva firmato un contratto con i turchi da 2 milioni all’anno.

Oggi è pronto a viaggiare su cifre considerevolmente inferiori.

Di certo c’è che sembravano solo suggestioni, le parole di Gallo aprono più di una porta ad ipotesi di questo calibro.

Ovviamente uno esclude l’altro.