Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, da Ferrara: ‘Missiroli vuole tornare a casa’, ma c’è un “ma”

Reggina, da Ferrara: ‘Missiroli vuole tornare a casa’, ma c’è un “ma”

Simone Missiroli è orgoglioso di essere reggino, ama la Reggina e Reggio Calabria.  Ogni volta che ne ha l’occasione non perde occasione per ribadirlo.

Si tratterebbe di un profilo importante, tenuto conto che adesso è un giocatore di livello nazionale.  A ciò si aggiunge la duttilità e il fatto che, per gli amaranto, sarebbe un giocatore bandiera.

L’essere cresciuto al Sant’Agata ed aver giocato tanti anni da professionista a Reggio fanno si che lui possa essere uno dei due calciatori che, in quanto ‘bandiera’, non occupano alcuna casella da over.

Da Ferrara rimbalza la voce secondo cui il calciatore avrebbe espresso il desiderio di tornare alla Reggina.

C’è, però, un “ma”.  Massimo Taibi è uno che quando si siede a trattare si aspetta subito grande apertura.

Missiroli, invece, non ha aperto le porte come ci si sarebbe aspettato. La motivazione risiede nel fatto che, in quella fase del campionato, non voleva sentire nulla, se non la pressione di giocarsi la salvezza con la Spal. Poi non arrivata.

L’idea che preferisca restare al nord  per motivi personali come motivazione addotta per stoppare inizialmente la trattativa sembra piuttosto debole.

Oggi le cose potrebbero essere cambiate, resta da capire se Taibi ‘perdonerà’ quell’iniziale freddezza.