Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: coperture, skybox, aree commerciali e pannelli fotovoltaici, così il Granillo diventerà un gioiello

Reggina: coperture, skybox, aree commerciali e pannelli fotovoltaici, così il Granillo diventerà un gioiello

Primo restyling soft a buon punto per il Granillo. Presto inizierà la sostituzione di tutti i seggiolini della Curva Sud che si aggiungono a quelli ormai sostituiti di Curva Nord e Gradinata Est.

Alla Reggina e a Luca Gallo questo non basta. Il sopralluogo del team di esperti di Flex Arena è stato il passo preliminare per la stesura di un progetto che, attorno allo scheletro del Granillo esistente, daranno vita ad un progetto che in pochi mesi potrà cambiare il volto dell’impianto di Viale Galileo Galilei.

L’azienda è la stessa che ha realizzato il nuovo campo centrale del Foro Italico di Roma.

Flex Arena ha prevo visione della struttura sottolineandone il potenziale e benedicendo la presenza di un’area alle spalle della Tribuna Ovest che potrà essere sfruttata per altre esigenze (parcheggi?).

Significative le dichiarazioni di Riccardo Zampetti di Flex Arena.

“Qualora – dice – soddisfi le esigenze del Comune e della Reggina, noi partecipiamo all’investimento con il Credito Sportivo. L’altra parte è finanziata direttamente dal nostro fondo per mettere a disposizione uno stadio “chiavi in mano” in cui la squadra potrà semplicemente far giocare i propri atleti. Per quanto riguarda, invece, la gestione della struttura, il personale, le attività commerciali, la ristorazione (anche il servizio al posto) è così che noi massimizziamo il ritorno su quest’investimento. Lo facciamo in partecipazione con il club che paga il canone e incomincia a incassare da servizi finora mai utilizzati. Un’entrata importante deriva soprattutto dagli impianti fotovoltaici che noi piazziamo su tutte e quattro le coperture. Per cui l’energia interna del “Granillo” viene prodotta autonomamente”.

L’impianto,tra le migliorie apportate, avrà l’installazione di alcuni skybox. Cabine ‘vip’ dove poter vedere la partita e magari consumare il pranzo o la cena, come già ne esistono in diversi stadi di concezione moderna.

La Reggina, inoltre, attende una concessione di 99 anni.