Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: sprazzi di modernità al Granillo, il club aspetta il bando

Reggina: sprazzi di modernità al Granillo, il club aspetta il bando

Bisogna dare a Cesare, quel che è di Cesare. Se all’inizio del prossimo campionato si vedrà un Granillo rinnovato, lo si dovrà all’intervento del Comune.

Grazie ai fondi dei Patti per il Sud la struttura avrà ricevuto una serie di miglioramenti. Dai seggiolini nelle due curve, alle nuove panchine, passando per la sostituzione dei vetri che segnano il confine tra il rettangolo di gioco e gli spalti.  L’auspicio è che tutti i lavori possano essere finiti entro la fine di settembre.

La Reggina, però, non aspetta altro che il bando. La società vuole mettere le mani sulla struttura, magari con una concessione che sia il più lunga possibile.

Il club da tempo ha fatto analizzare l’impianto di Viale Galileo Galilei da esperti, affinché si valutino le reali potenzialità dell’impianto.

Quasi tutti gli esperti convergono sull’idea lo stadio sia più o meno lo “scheletro” di qualcosa di bello. Quel bello che la Reggina vuole andare a completare magari con una nuova recinzione, con degli ambienti da vivere sette giorni su sette nella pancia dei vari settori (palestre, locali commerciali, ristoranti) e magari con una copertura generale di tutti i settori.