Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Reginaldo: tra festeggiamenti, isolamento e l’essere sospeso

Reggina, Reginaldo: tra festeggiamenti, isolamento e l’essere sospeso

Doppio compleanno in casa Reggina.  E’ un 31 luglio in cui sono 22 gli anni di Rigoberto Rivas, 37 quelli di Reginaldo.

Singolare che siano nati nello stesso giorno due calciatori vincolati da un rapporto personale particolarmente solido.

Tutti i compleanni sono unici, ma quello 2020 di Reginaldo ci si augura possa restare un precedente senza repliche.

Il calciatore, rientrato dal Brasile, deve stare in isolamento. Non si può allenare con la squadra e potrà farlo solo dopo che saranno passate un paio di settimane e dopo tre tamponi negativi.

Al momento manca ancora poco meno di una settimana e un altro tampone prima di tornare in gruppo.

Dovrà, perciò, affidarsi a festeggiamenti su Zoom, Skype e altri ausili tecnologici. Un po’ come accadeva durante il lockdown.

Reginaldo, tra l’altro, è uno dei calciatori che può essere considerato ‘sospeso’ tra il restare e l’andare via.

Al momento le probabilità di una sua partenza sono elevate. Al momento la Reggina ha acquistato soprattutto attaccanti e ne arriverà almeno un altro.  La sua permanenza, al momento, è tutt’altro che scontata.