Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Crisetig prefigura una rinuncia dolorosa

Reggina, Crisetig prefigura una rinuncia dolorosa

Lorenzo Crisetig è ormai ad un passo dalla Reggina. Il calciatore si svincolerà dal Mirandes e, una volta finita la B spagnola, ritornerà in Italia. Anzi in Calabria.

Reggina: Crisetig torna in Calabria

Si, perché lui alcune tra le pagine migliori della sua carriera le ha scritte a Crotone.  Qualche anno fai il Bologna sborsò quasi cinque milioni di euro per averlo dall’Inter dopo ottimi campionati di B ed A in prestito.

Oggi, a 27 anni, deve riscattare qualche passaggio a vuoto. La qualità del suo sinistro non si discute. A lungo è stato perno della Nazionale Under 21.

Abile nei calci piazzati, grazie ad un suo rigore nel 2012 l’Inter vinse la Champions Primavera.

Dovendo azzardare una prospettiva da parte di utilizzo di Mimmo Toscano, dovrebbe trattarsi di un giocatore destinato a giocare davanti alla difesa.

Reggina: rinunce che fanno male

Quella è la posizione di Ciccio De Rose. Qualche squadra ambiziosa di Serie C ha chiesto informazioni sul capitano.

A 33 anni l’ipotesi di andare a firmare un contratto biennale potrebbe valere più dell’idea di giocarsi di nuovo la B con la Reggina. E’ la legge del mercato e del calcio.

La Reggina, dal canto suo, vedrebbe liberare un’altra casella di over, per una posizione che, almeno a bocce ferme, potrebbe toccare come titolare a Crisetig.

E quando si parla di rinunce dolorose si pensa proprio a partenze come quelle di Ciccio De Rose. L’affetto tra lui e la piazza è fortissimo, il rapporto tra il capitano e Mimmo Toscano ed il suo staff è quasi di fratellanza.

Tutti, però, sanno che tipo di equilibri muovono il calciomercato e le scelte del calcio.