Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – Castellacci: ‘In C non si può più giocare, noi medici siamo realisti’

Reggina – Castellacci: ‘In C non si può più giocare, noi medici siamo realisti’

La Reggina attende di conoscere il proprio futuro. Nonostante la delibera del Consiglio Federale, la maggior parte delle squadre non ha alcuna intenzione di scendere in campo.

Decisivo il parere della stragrande maggioranza dei medici.

A spiegarne il motivo è il professor Enrico Castellacci. Ex medico della Nazionale e presidente de  L.A.M.I.C.A è intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo.

“Non è che i medici sociali  – ha detto – siamo contro la ripresa del campionato di Lega Pro. Sono solo realisti. In C non si può giocare e di questo se ne era reso conto anche il presidente Ghirelli. Ci sono dei problemi di vario tipo, a partire da quelli di tipo logistico, le società non hanno la possibilità di fare dei ritiri lunghi in strutture adibite. Poi c’è la difficoltà nel recuperare migliaia di tamponi, infine i medici sociali lavorano part time con le società di calcio, hanno anche la loro attività. E di questo ne abbiamo parlato. La Serie B è nelle stesse condizioni della Lega Pro, ci saranno delle dimissioni”.

A riportare le dichiarazioni è stato il sito tuttoc.com.