Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: difficile svolta a breve, Figc varerà nuova fase interlocutoria

Reggina: difficile svolta a breve, Figc varerà nuova fase interlocutoria

Reggina che, salvo sorprese, dovrà attendere ancora per stappare lo spumante. Nonostante la maggior parte delle squadre di Serie C non abbia qualcuna intenzione di riprendere il campionato, la Figc punta a farlo.

La cassa integrazione per calciatori e dipendenti sotto i 50.000 euro lordi  ha, di fatto, sgravato i club dei costi dei mesi che ci saranno di stop. Questo viene, evidentemente, vista come un’opportunità.

Reggina: c’è possibilità di tornare in campo ?

Chissà, però, come la prenderanno società come Bari, Monza e Reggina che di calciatori sotto quelle cifre ne hanno ben pochi e dovranno trovare accordi specifici a spese proprie.

Questione che probabilmente non affronterà la Figc ed il Consiglio Federale. Gravina e co, invece,  sperano che il quadro epidemiologico nazionale possa diventare sensibilmente migliore, al punto da far riprendere tutti i campionati professionistici.

La sensazione diffusa è che il Consiglio Federale del 20 maggio decreterà lo stop dei tornei dalla D in giù e varerà una nuova fase interlocutoria.

La novità, però, potrebbe essere rappresentata dal fatto che si discuterà degli eventuali piani B.

Figc vuole decretare retrocessioni senza contestazioni

Per il campionato di Serie C il piano B sarebbe la sospensione definitiva, la promozione in B di Monza, Reggina e Vicenza e una possibile disputa dei play off con una formula da individuare.

Occorrerebbe anche un’ulteriore salvagente qualora fosse impossibile riprendere le attività anche solo per poche partite. Tanto, per intenderci, bisognerebbe capire in che modo si sceglierebbe la quarta promossa qualora non ci fossero i margini neanche per giocare poche partite.

La partita, dunque,  sembra tutta da giocare, ma c’è consapevolezza che il Consiglio Federale del 20 maggio potrebbe essere meno decisivo di quel che ci si aspettasse.

Si vuole attendere per capire quale soluzione sarà la migliore. Quel che è certo che ne esistono, come detto, almeno tre: la prosecuzione come se nulla fosse accaduto,  la ripresa per play off e play out sulla base delle classifiche esistenti e, per ultima, la cristallizzazione delle graduatoria con emissione dei verdetti.