Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Lega Pro, il Bari non ci sta allo stop del campionato. De Laurentiis: ‘Il campo è giudice supremo’

Lega Pro, il Bari non ci sta allo stop del campionato. De Laurentiis: ‘Il campo è giudice supremo’

«Mi auguro che prevalga un principio fondante dello sport, il campo è giudice supremo. Lo diciamo da sempre: non vogliamo favori o sfruttare situazioni, vorremmo guadagnarci sul campo la promozione. I segnali sono tutti tesi alla ripresa, al ritorno in campo. Lo ha più volte ribadito anche il presidente Gravina. La Serie A ha ripreso gli allenamenti individuali e si lavora per il via a quelli collettivi. La salute sarà sempre al primo posto ma, come in ogni settore produttivo del Paese, si auspica una ripresa. Vengano ora stabiliti modi e tempi, noi ci saremo».

Sono le parole con cui il presidente del  Bari Luigi De Laurentiis ha specificato la posizione del Bari in merito alla possibile evoluzione della questione Serie C

L’assemblea di terza serie ha votato lo stop del campionato, la promozione delle prime tre capolista, di una quarta per merito sportivo ed il blocco delle retrocessioni.

I medici dei club hanno comunicato l’impossibilità a rispettare il protocollo.

Il Bari, più che altro, tutela i suoi interessi, considerato che quei parametri si basano sulla media ponderata e porterebbero in in B il Carpi.

Tuttavia, l’ultima parola spetterà al Consiglio Federale della Figc.

Al momento l’ipotesi più accreditata è che, per evitare ricorsi, si possa spingere affinché si elabori una forma di play off che eviti contenziosi.

La Reggina resta alla finestra, ma la sua posizione potrebbe essere salda come vincitrice del campionato.

Nella stessa posizione restano Monza e Vicenza.

Resta da capire, però, cosa accadrà in B dove bisognerà il modo di decretare le retrocessioni. Finire il campionato, ovviamente, eviterebbe qualsiasi tipo di problema.