Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: si allontana l’ipotesi doppio girone, la B riparte e forse anche i play off di Serie C.

Reggina: si allontana l’ipotesi doppio girone, la B riparte e forse anche i play off di Serie C.

Due settimane di quarantena ed isolamento e si riparte.

Non è dato sapere quando, ma è questo l’orientamento che sembra avere preso la Serie B. L’obiettivo, così come per la Serie A, è evitare che la stagione si interrompa per dare adito a ricorsi o per cestinare l’ipotesi di un allargamento dell’organico che non farebbe felice quasi nessuno. Men che meno se dovesse profilarsi un doppio girone, ipotesi che forse fino ad ora non è mai stata presa seriamente in considerazione.

A poter far saltare il banco potrebbe essere unicamente la positività di un calciatore nel momento in cui il torneo sarà ripreso, ma spostando più in avanti possibile l’inizio si auspica che il rischio possa abbassarsi sensibilmente.

Allo stesso modo si potrebbero richiedere protocolli da adottare in maniera tassativa ai calciatori per i 40-45 giorni necessari al completamente della stagione. In fondo da loro e dalle professionalità che ruotano attorno dipende la sostenibilità dell’intero sistema da cui traggono i profitti.

La cosa interessa da vicino la Reggina, dato che con la maturazione delle classifiche dei cadetti si decreterebbero senza possibilità di ricorso le retrocessioni che lascerebbero spazio senza code all’ingresso del club nella seconda serie nazionale.

A ruota l’orientamento sembra essere quello di far iniziare anche i play off di Serie C. Il Consiglio Federale, in parte, anche in quel caso vuole chiudere a possibili ricorsi.

Potrebbe scegliere di far adottare il costoso protocollo sanitario anche ai club che se le possono permettere. Chi può parteciperà agli spareggi per andare in B, chi no si congederà autonomamente dal campionato.

Ed è anche questo il motivo per il quale è inimmaginabile che si possa scegliere di riprendere la stagione regolare.

Di fatto, non promuovere la Reggina (anche a gare non completate) equivarrebbe  a generare il ricorso degli amaranto.  E siccome l’obiettivo è, come detto, evitare contenziosi, nessuno vorrà mettere i bastoni fra le ruote agli amaranto che hanno dominato in lungo ed in largo il campionato, così come Monza e, in parte, anche il Vicenza.

E’ questa, al momento, la soluzione che sembra essere auspicata da Via Allegri.

La prima a partire sarà la Serie A.Non c’è nessuna fretta.  La stagione è già stata prorogata al 2 agosto e l’Uefa potrebbe spingere per decretare la possibilità finirla entro il 31 agosto.

A quel punto la stagione 2020-2021 potrebbe iniziare a metà ottobre.

La Reggina, con buona probabilità, sarà spettatrice di tutto questo con la concreta ipotesi di brindare senza assembramenti al salto di categoria in maniera definitiva entro qualche settimana.