Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Nicola Binda (Gazzetta) sulla B a 40: ‘Ipotesi remota’

Nicola Binda (Gazzetta) sulla B a 40: ‘Ipotesi remota’

La Reggina attende di conoscere come si evolveranno le situazioni di B ed A.  Dopo toccherà al prossimo consiglio federale, soprattutto in caso di mancata ripresa dei maggiori tornei, determinare i principi che regoleranno la composizione dei prossimi organici di B ed A.

Nelle ultime ore sono emerse indiscrezioni giornalistiche relative alla possibilità che si possa dare vita ad una B a 40 da due gironi per salvare il calcio.

Ipotesi che, al momento, scontenterebbe tutti meno quelli che ora sono in C e approderebbero tra i cadetti con un investimento sensibilmente inferiore a quanti hanno speso 10 milioni per vincere il campionato o chi lo ha fatto ma ha fallito l’appuntamento.

Oltre tutto l’Italia diventerebbe il primo paese a scomporre la propria seconda divisione.

Tra coloro i quali non credono all’ipotesi c’è Nicola Binda, uno dei massimi esperti di calcio di B e C e firma della Gazzetta dello Sport.

Su Twitter, rispondendo a precisa domanda, l’ha definita un’ipotesi remota.

 

 

Più facile che alla fine si punti su una C d’Elite a girone unico che raccolga le grandi piazze della terza serie  o le società con grande forza economica, dando loro la possibilità di avere tre promozioni.