Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, la Serie B vorrebbe riprendere. Spinelli: ‘Porto il Livorno a Reggio Calabria’

Calcio, la Serie B vorrebbe riprendere. Spinelli: ‘Porto il Livorno a Reggio Calabria’

Il Livorno punta a giocare a Reggio Calabria in caso di ripresa del campionato di Serie B.

E’ la soluzione prospettata da Aldo Spinelli, presidente del club labronico, originario di Palmi ma che ha fatto le sue fortune a Genova.

“Vado – evidenzia – a giocare al Sud, a Reggio Calabria. Se il campionato deve riprendere dico a tutti i presidenti di giocare al Sud dove non c’è contagio. Il Livorno è pronto a farlo prenotando un albergo a Reggio Calabria. Naturalmente dovrà esserci il contribuo della Lega e il nulla osta da parte della commissione sanitaria e del governo”.

Potrebbero essere le maglie amaranto del Livorno a calcare il Granillo, con la Reggina ormai destinata alla Serie B senza giocare.

Tra i più felici si sarebbe Toti Porcino, esterno reggino in forza al Livorno.

Continuano, dunque, gli addetti ai lavori a indicare Reggio Calabria come destinazione per far giocare le partite a porte chiuse. La destinazione non è casuale, perché la città ha uno dei centri sportivi migliori d’Italia e potrebbe essere teatro di un vero e proprio concentramento di partite.

Si tratterebbe naturalmente di spostamenti che sarebbero fatti da atleti che, con buona probabilità, sarebbero sottoposti a tampone e messi in isolamento in città.

Dovessero arrivare quattro-cinque squadre ciò equivarrebbe a movimentare centinaia di persone e a riempire gli alberghi cittadini per almeno due mesi.

Con un’economia asfittica come quella nazionale e cittadina attuale, sarebbe un buon aiuto.