Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, lo storytelling di Bobo Vieri: ‘A Reggio Calabria 25.000 persone….’

Reggina, lo storytelling di Bobo Vieri: ‘A Reggio Calabria 25.000 persone….’

“C’è Roberto Baronio collegato, anche lui era alla Reggina”.   Così Bobo Vieri, nel corso di una diretta Instagram, ha salutato il fatto che, ad ascoltarlo, ci fosse l’ex centrocampista amaranto..

Singolare che, tra le tante squadre del biondo regista, abbia citato proprio quella amaranto. Ma  fino ad un certo punto.

Più volte negli ultimi giorni l’ex centravanti nelle sue narrazioni ha tirato fuori proprio gli amaranto.  Una squadra cui, a dire il vero, spesso ha fatto gol.

Memorabile quello al volo di destro su lancio di Materazzi sotto la curva Nord, era il 2002.

Tuttavia, più volte, il bomber ha citato aneddoti legati al passato, alla Reggina e al Granillo.  A partire da quella bottiglietta che lanciò violentemente dopo essere stato sostituito in una partita con la Nazionale da Trapattoni.  Un episodio che è rimasto nella storia del calcio italiano.

Spesso ci sono state 25.000 persone ad attenderlo come avversario.  Tanti ricordi si sposano con quella cifra.

Quello, però, a cui ha dedicato più spazio è uno che si annida in una fase storica molto più lontana rispetto ai fasti della storia amaranto e del picco della sua carriera.

Il suo racconto arriva fino al 1992 e ad una finale scudetto Primavera vinta dal suo Torino al vecchio Comunale.

Da una parte c’erano calciatori come Cozza,Campolo e Di Sole.  Dall’altra, invece, giocatori che hanno fatto una grande carriera come Cois, Sottil, Della Morte e lo stesso Vieri.

“Quella Reggina Primavaera – ricorda   era fatta di giovani fortissimi . All’andata a Torino finì 0-0.  A Reggio Calabria arriviamo e ci troviamo di fronte a 25.000 persone.  Il loro allenatore aveva rilasciato una dichiarazione in cui diceva che si sarebbe aspettato di più da me.  Rampanti ogni giorno per tutta la settimana prima di quella partita mi faceva vedere il ritaglio di quell’articolo.  La partita dopo feci tre gol e vincemmo 4-3”.