Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, da Falcomatà frecciata ad Auteri? ‘Allenatori pensano sia fantacalcio, mi viene in mente mbrischiala cull’acqua’

Reggina, da Falcomatà frecciata ad Auteri? ‘Allenatori pensano sia fantacalcio, mi viene in mente mbrischiala cull’acqua’

Giuseppe Falcomatà, ospite di Reggina Tv,  sa che tra le preoccupazioni della città c’è anche il destino del campionato della Reggina.

Il calcio non è uno scherzo, dato che vale anche sotto l’aspetto economico per il tessuto di una città.

Difficilmente il campionato sarà vanificato.  Ma Falcomatà ha inteso puntualizzare  alcuni concetti. “Io  – ha detto – ci tengo ad affermare un concetto: non stiamo scherzando. Non abbiamo scherzato fino ad oggi, il campionato è stato consumato per due terzi e sul campo ha dimostrato i valori delle squadre. Da un lato ben vengano le dichiarazioni dei presidenti di Ternana e Teramo che hanno riconosciuto in maniera chiara netta ed evidente il merito che la Reggina ha avuto sul campo e l’importanza che questo campionato non venga vanificato”.

Non lo cita, ma appare evidente il riferimento a Gaetano Auteri che, nei giorni scorsi, riteneva che nessuno poteva ritenersi vincente con otto gare da giocare e per determinare la posizione si potrebbe disputare dei mini tornei.

“Mi preoccupano  – ha detto Falcomatà – le dichiarazioni di altri allenatori che invece pensano di risolverla come se si trattasse di capire come di concludere le ultime due giornate di fantacalcio, come se tutto quello fatto sarebbe successo”.

Il Sindaco si rifà ad un’espressione reggina per chiarire il concetto che intende esprimere: “A proposito di citazioni dialettali:  mi viene in  mbrischiala cull’acqua.  E’ importante che i sacrifici economici  della società e sportivi dei calciatori non vengano vanificate da scelte soluzioni improbabili e cervellotiche che non riconoscono il giusto merito di chi ha prodotto risultati sportivi ed economici.  Farò in modo che questo non accada tutelando la società e la città a tutti i livelli possibili  “.