Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Emergenza coronavirus, si attendono i provvedimenti del governo: anche la Reggina con il fiato sospeso

Emergenza coronavirus, si attendono i provvedimenti del governo: anche la Reggina con il fiato sospeso

La Reggina continua a preparare la sfida contro il Picerno.  Tuttavia, gli amaranto come tutto il mondo del calcio attendono di conoscere in che modo si sceglierà di fronteggiare l’emergenza coronavirus riguardo alle manifestazioni sportive.

Un pool di scienziati ha invitato il governo a prendere in considerazione l’ipotesi di bloccare per trenta giorni le manifestazioni sportive.

La salute prima di tutto, ma è pur vero che restano in ballo questioni legate economiche legate al calcio che rappresenta un circolo di interessi oltre che di intrattenimento.

Nelle prossime ore si potrebbe conoscere se il calcio, Serie C Girone C compresa, si fermerà per un mese,  proseguirò a porte chiuse o  se si prenderà qualche altro tipo di provvedimento (si prosegue regolarmente?).

Ad oggi dovendo puntare un euro su qualche soluzione quella di proseguire a porte chiuse potrebbe essere la strada più accreditata.

Un handicap non da poco per una Reggina che ha 7 punti di vantaggio sulle più immediate inseguitrici e nelle ultime nove partite ne avrebbe giocate almeno sei in casa  o quasi(Cinque al Granillo più una a Vibo con il Rende).

Toscano e i suoi, però, continuano a lavorare.