Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Il Monopoli ferma la corsa della Reggina, decisiva la superiorità numerica nella ripresa

Il Monopoli ferma la corsa della Reggina, decisiva la superiorità numerica nella ripresa

di Pasquale De Marte –   La Reggina chiude il trittico di impegni con una sconfitta casalinga contro il Monopoli. La settimana, per gli amaranto, resta assolutamente positiva.

Contro i pugliesi pagano una gara che, come all’andata, viene decisa dagli episodi. Stavolta, però, sorridono ai biancoverdi. Gli uomini di Scienza beneficiano per oltre mezz’ora di una superiorità numerica che forse la Reggina avrebbe potuto evitare di concedere con qualche accorgimento in più.

Inutile girarci attorno: la gara è stata equilibrata, degna del fatto che si affrontassero prima e terza e la Reggina prima di rimanere in dieci ha dimostrato di valere la sua classifica.

E’ uno 0-2 che non toglie meriti agli amaranto e li regala agli uomini di Scienza. Gli applausi per entrambi le squadre certificano la natura della contesa andata in scena al Granillo davanti a dodicimila persone.

Reggina – Monopoli, gara bloccata

Reduce dalla vittoria di Catanzaro, gli amaranto si calano subito in una partita in cui non c’è possibilità di mettersi il vestito buono della capolista. La squadra di Toscano, con la tuta da operaio, si cala subito in una sfida in cui ci sono avversari che corrono come schegge impazzite.

Lo fanno muovendosi a tempo,  con un’organizzazione sapientemente data da un ottimo tecnico come Scienza e con uomini di qualità in diverse zone del campo,

Bastano pochi minuti per accorgersi che il Monopoli è indubbiamente la migliore squadra vista al Granillo nella stagione 2019-2020.

La Reggina gioca con intelligenza, non indietreggia su nessun contrasto e prova ad approfittare di ciò che gli offre una partita che è una matassa assai complicata da sbrogliare.

Gli unici tentativi verso la porta arrivano con conclusioni dalla distanza o sugli sviluppi di calci piazzati.  I contenuti più interessanti del match sono offerti dal vigore fisico con cui le due squadre si affrontano.

I padroni di casa giocano con una difesa atipica (Rossi e Loiacono con la febbre), mentre appare giustificata la scelta di Toscano di scegliere uomini di passo (Rivas e Sounas) in appoggio a Denis.

Il Monopoli rischia tanto e la possibilità di far male esiste quando la circolazione di palla riesce a saltare il primo pressing, ma raramente gli amaranto  trovano un’ultima giocata risolutiva.  Anche i pugliesi, però, non mancano di creare qualche apprensione alla difesa di casa, dove i centrali di Toscano, nel primo tempo, rispondono presenti.

Reggina – Monopoli,  la vincono i biancoverdi

In avvio di ripresa Mimmo Toscano richiama Sounas in panchina ed inserisce Doumbia.  L’obiettivo è replicare quanto fatto a Catanzaro, ma a conti fatti, accetta il rischio di tenere De Rose in campo ammonito e rinuncia all’unico giocatore disponibile in grado di sostituirlo sul piano del ritmo.

Dopo pochi minuti si concretizza ciò che gli amaranto non si sarebbero mai augurati:  Cuppone lanciato in contropiede viene trattenuto dal capitano amaranto.  E’ doppio giallo, nessuno protesta.

Dopo pochi minuti gli amaranto, con l’ingresso di Nielsen, si trovano una coppia di centrali di centrocampo senza il passo di un indemoniato Monopoli.

Al tecnico dice bene: al 72′ Salvemini ribadisce in rete un pallonetto di Fella finito sul palo, ottimamente servito da Tsonev.

E’ l’altro che episodio che spacca in due la partita.   La Reggina ha anche la palla del pareggio, ma un  Doumbia spreca l’occasione che gli mette sulla testa Rivas con un cross a da sinistra.

Al Monopoli va di lusso e all’87’ Piccinni risolve una mischia in area fissando il risultato sul 2-0.

SERIE C GIRONE C, 29ª GIORNATA

REGGINA-MONOPOLI 0-2

Marcatori: 72′ Salvemini, 87′ Piccinni.

Reggina (3-4-1-2): Guarna; Blondett (77′ Sarao), Gasparetto, Marchi (64′ Rossi); Garufo, De Rose, Bianchi, Rubin (64′ Rolando); Sounas (46′ Doumbia); Rivas, Denis (60′ Nielsen). A disposizione: Farroni, Liotti, Loiacono, Mastour, Paolucci, Bellomo, Reginaldo. Allenatore: Toscano.

Monopoli (3-5-2): Menegatti; Rota, De Franco, Mercadante; Hadzsiomanovic (70′ Tazzer), Carriero (86′ Tsonev), Giorno (80′ Pecorini), Piccinni, Donnarumma; Fella, Cuppone (70′ Salvemini). A disposizione: Antonino, Bozzi, Tsonev, Maestrelli, Antonacci, Tuttisanti, Mariano, Nanni, Jefferson. Allenatore: Scienza.

Arbitro: Marco D’Ascanio di Ancona (Davide Moro di Schio e Alberto Zampese di Bassano del Grappa).

Note – Spettatori 12 046, di cui 163 ospiti. Ammoniti: De Rose (R), De Franco (M), Rota (M), Denis (R), Giorno (M), Cuppone (M) Gasparetto (R). Espulso: 55′ De Rose (R) per doppia ammonizione. Calci d’angolo: 6-6. Recupero: 1’pt; 4’st.