Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Monopoli, Scienza: ‘Un onore affrontare la Reggina da terzi, al primo posto c’è una squadra forte che merita di stare lì’

Monopoli, Scienza: ‘Un onore affrontare la Reggina da terzi, al primo posto c’è una squadra forte che merita di stare lì’

Beppe Scienza torna al Granillo.  Lo fa da ex (memorabile un suo gol che decise un derby dello Stretto), lo fa da allenatore della squadra terza in classifica. Anche un po’ a sorpresa, alla luce del fatto che il budget dei suoi non è certo da primato.

“Il nostro campionato – ha detto –  è già vinto, puntiamo adesso ai posti d’onore. Il primo posto è di dominio della squadra che merita la posizione per quello che ha fatto, per come ha giocato, per la mentalità che ha fatto. Tutte le altre posizioni sono da giocare, noi ci proviamo senza ansie strane. Giochiamo spensierati con la convinzione di chi sa di aver fatto una stagione importante e che può fare qualcosa di grosso. Ho visto che è bastata una sconfitta per mugugnare un pochino”.

“Stiamo tranquilli. Andiamo – ha proseguito  -ad affrontare la Reggina da terzi. E’ un onore grosso. Qualche problema di formazione c’è, però ho fiducia nel gruppo e in chi potrebbe sostituire gli acciaccati. Giochiamo contro una squadra veramente forte.  Ci darà qualche spazio in più, ma giocare contro di loro non è semplice. Sono forti, sono organizzati sono solidi. Hanno una forza mentale da prima della classe. Viviamo una stagione intera per giocare una partita come questo.  Mentalmente non sarà difficile prepararla, lo sarà sotto il profilo fisico e tattico”.

Al Granillo ci si proverà comunque: “Punti deboli li hanno tutti.  Loro, però, anche in una settimana con turno infrasettimanale hanno possibilità maggiore di ruotare rispetto a tutti gli altri. All’andata li abbiamo messi in difficoltà. Se la partita diventa che ci aggrediscono e ci rubano palla subito, diventa complicatissima. Dobbiamo farli muovere e ribatterli colpo su colpo. Non credo che loro dormano sonni tranquilli.  Abbiamo un grandissimo rispetto e grande  considerazione, ma qualche possibilità di fargli male c’è”.