Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / La Reggina chiude le porte del Sant’Agata: novità certe contro la Paganese

La Reggina chiude le porte del Sant’Agata: novità certe contro la Paganese

Non è una novità, ma anche questa settimana è arrivata la comunicazione: la Reggina di Mimmo Toscano si allenerà a porte chiuse al centro sportivo S.Agata.

Venerdì 21 febbraio e sabato 22 febbraio gli amaranto continueranno a provare le soluzioni da adottare nella sfida contro la Paganese lontano da potenziali occhi indiscreti.

Ci si chiede quali potrebbero essere le novità che potrebbe proporre Mimmo Toscano, ma c’è la certezza, sulla base delle contingenze, che qualcosa cambierà.

A partire dalla difesa, dove la squalifica di Gasparetto impone delle variazioni nell’undici titolare.

L’ex  difensore della Ternana, nell’ultimo mese, si era mostrato in grande condizione e Bertoncini è rimasto in panchina nella normale alternanza di una squadra che ha tante soluzioni.

Resta da capire se sarà proprio Bertoncini a sostituire Gasparetto o se, invece, di andrà a riproporre Blondett come avvenuto in altre partite.

L’emergenza a destra potrebbe essere quasi smaltita, considerato il recupero di Garufo, e pertanto l’ex Cosenza e Catania potrebbe cessare il suo periodo da esterno adattato.   Anche Rolando va sulla via del recupero.

A centrocampo si riprende una maglia da titolare De Rose al rientro.

Soliti ballotaggi, invece, davanti:  Bellomo, Rivas e Sounas si contendono una maglia sulla trequarti (o mezzala sinistra).

Denis, Reginaldo e Corazza si giocano i posti da punta, sebbene quest’ultimo debba fare i conti con qualche fastidio muscolare.