Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Serve qualche sorriso in più, la Reggina è prima

Serve qualche sorriso in più, la Reggina è prima

Chi è causa del suo mal, pianga se stesso. Ed in un certo senso la Reggina è causa del suo male dato che, nonostante un primato ancora non in discussione, serpeggia quasi malcontento in una parte dell’ambiente per un pareggio a Catania.

Si, a Catania. In uno dei campi più complicati della Serie C, gli amaranto non giocano una partita indimenticabile, ma escono con la consapevolezza che, giocando al massimo, non avrebbero avuto problemi a portare a casa l’intera posta in palio.

Era stata la Reggina del girone d’andata a far credere che tutto potesse essere facile. Ed in questo senso gli amaranto sono causa del loro male.

Fingere che, al momento, tutto vada bene sarebbe un errore, ma bisogna scacciare prima che sia troppo tardi qualche pensiero pessimistico di troppo.

La Reggina, una dopo l’altra, si sta togliendo di torno le partite più rognose. Affrontare avversari più deboli non è sempre un vantaggio, ma dovendo scegliere è meglio disimpegnarsi in campi che non siano Catania.

La partita con la Paganese tra sette giorni sarà il primo spartiacque in vista del rush finale.

Occorrerà dare importanza massima ad una sfida da non sottovalutare.

C’è da prepararsi al meglio ad un’ultima parte di campionato e in cui gli amaranto stanno rimettendo benzina nel motore grazie ai diversi recuperi che, soprattutto sulle fasce, arriveranno con i rientri di Garufo e Bresciani.

Con la speranza che l’infermeria, finalmente, inizi a svuotarsi.