Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Corazza oltre al momento ‘no’ c’è di più

Reggina, Corazza oltre al momento ‘no’ c’è di più

Simone Corazza non segna da inizio dicembre.  Un periodo lungo se si considera che si tratta di colui il quale aveva iniziato il campionato segnando praticamente in ogni partita.

Era difficile ipotizzare potesse continuare con quel ritmo, adesso, però, le partite gonfiare la rete iniziano a diventare troppe.

Sono periodi che, nell’arco di una stagione, per un attaccante sono piuttosto comuni.  I compagni lo incitano e, al momento, i gol di Denis mettono una pezza.

Anche perchè, non bisogna mai dimenticarlo, ad inizio stagione non sarebbe dovuto essere lui il goleador principe.

E proprio in funzione di questa ragione, occorre specificare che, al di là della prolificità del momento, il giocatore sta giocando sempre meno da prima punta come accadeva nella prima parte della stagione.

In quelle circostanze molto spesso si alternava con Reginaldo.

Da quando Denis gioca prima punta (a Bisceglie è toccato a Sarao) Corazza  si trova ad agire in maniera molto più periferica rispetto al centro dell’area di rigore.

Ed è anche vero che nei momenti migliori della sua stagione accadeva che Denis, come contro il Picerno, crossasse per lui e facesse gol o contro il Catanzaro capitava che, con l’argentino al centro, lui si appostasse sul secondo palo e facesse gol su cross di Bellomo.

Quello si, fa parte del momento.  Un po’ come lo fanno il miracolo del portiere della Cavese a Castellammare, la palla uscita di un soffio nella stessa partita e qualche pallone con gestito con meno convinzione del solito o il rigore finito sul legno a Bisceglie.

A completare la fase non esaltante l’esclusione di Vibo, dettata più che altro da una condizione fisica non perfetta.

Joker, però, sa che prima o poi svolterà nuovamente.