Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – Virtus Francavilla, Toscano: ‘Questa è partita trappola, è iniziata la salita: dobbiamo pedalare’

Reggina – Virtus Francavilla, Toscano: ‘Questa è partita trappola, è iniziata la salita: dobbiamo pedalare’

Dopo la rocambolesca vittoria di Bisceglie, la Reggina si prepara alla sfida casalinga contro la Virtus Francavilla.

Si gioca di mercoledì alle 20.45,

Mimmo Toscano non si fida degli avversari: “La vittoria ci ha dato una spinta in più. E’ sempre un turno infrasettimanale. Dobbiamo subito pensare ad una partita che rappresenta una buccia di banana, una trappola. La classifica della Virtus Francavilla è bugiarda. La sfida va presa con le dovute precauzioni. Ci dobbiamo arrivare determinati, concentrati e riattaccare subito la sfida. Non è facile preparare una partita in un giorno.  La testa fa la differenza. Bari? Non dobbiamo mai pensare più che alla prossima partita”.

La Reggina fa le cose migliori quando riesce ad imprimere ritmi vertiginosi alla squadra:”L’intensità è la caratteristica principale di questa squadra. Ci può stare che per venti minuti non riesci ad andare veloce.  A Bisceglie chi è entrato ha alzato il ritmo, ma è anche vero che il Bisceglie non ha mai tirato in porta. Siamo stati tutto il secondo tempo nella loro metà campo, su un campo di cui non ho parlato solo per non dare alibi alla squadra. Così bisogna continuare”.

E’ un girone di ritorno che si sta dimostrando radicalmente diverso rispetto all’andata.”Le squadre sono avversarie sono diverse. All’andata il Bisceglie venne a giocarsela a viso aperto. Oggi le squadre assumo atteggiamenti completamente diversi. Hanno cambiato calciatori e sistemi di gioco. Dobbiamo essere bravi con la Virterbese a stare sempre in partita. Ci sono partite che puoi sbloccare subito, ma devi avere la pazienza di aspettare e vincerle alla fine. A Cava, invece, abbiamo perso equilibrio e serenità. Togliendo Cava, abbiamo fatto dodici vittorie nelle ultime tredici”.

Il messaggio alla squadra è chiaro:”E’ iniziata la salita, se vogliamo arrivare  in cima bisogna pedalare più degli altri”.

E c’è un grande gruppo in amaranto:”Denis dalla panchina consigliava a Sarao di cambiare posizione per mettere in difficoltà gli avversari. La forza di questa squadra sta anche in giocatori che riescono a leggere il contesto”.