Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Caserta: ‘Contro la Cavese ci sarò, nel girone di ritorno sarà più difficile, Toscano sa che è ancora lunga’

Reggina, Caserta: ‘Contro la Cavese ci sarò, nel girone di ritorno sarà più difficile, Toscano sa che è ancora lunga’

Fabio Caserta, attuale tecnico della Juve Stabia, si gode la pausa natalizia della serie cadetta.  Tornato nella sua Melito Porto Salvo ha avuto modo di essere ospite di Reggina  Tv.

Si autodefinisce “reggino doc” e sta facendo il tifo affinché a raccogliere l’eredità della sua Juve Stabia, detentrice del torneo, sia proprio la sua squadra amaranto ed un grande amico.

“Mimmo Toscano – rivela –  è un amico.  E’ un grande allenatore, so come lavora, come gestisce il gruppo e i risultati parlano per lui. Sta facendo molto bene. Anche i giocatori che subentrano stanno facendo bene. La fortuna nostra, lo scorso anno, è stata la classifica. Chi subentrava dava qualcosa in più e avere una panchina importante è fondamentale.  Mimmo sa che è ancora molto lunga”.

Caserta si fida di Toscano: “Sa le difficoltà soprattutto nel girone di ritorno. Tante squadre penseranno prima a non perdere, mentre prima giocavano a viso aperto. Sarà più difficile. Non solo per la Reggina per tutti. Bisogna stare concentrati. Ripetere quanto fatto nel girone d’andata non sarà facile. Noi l’anno scorso avevamo otto-nove punti di vantaggio, poi ci siamo giocati tutto in uno scontro diretto con un solo punto di vantaggio”.

Sull’acquisto di Sarao: “Oggi è difficile rifiutare la Reggina. Tanti calciatori di categoria superiore verrebbero a Reggio. C’è entusiasmo, c’è una società solida e la categoria conta meno del progetto”.

Gli si chiede se gli piacerebbe un giorno sbarcare alla Reggina: “Oggi è in buone mani, io sulla panchina? Un  domani chi lo sa”.

Intanto ha annunciato la sua presenza per Cavese-Reggina sugli spalti del Romeo Menti di Castellammare, prevista per il prossimo 11 gennaio.

Caserta tifa reggino da bambino: “Il mio allenatore preferito della storia amaranto è Franco Colomba”.