Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Barillà: ‘Tornare alla Reggina? Sento spesso Missiroli, un giorno…’

Barillà: ‘Tornare alla Reggina? Sento spesso Missiroli, un giorno…’

E’ partito dal centro sportivo da Sant’Agata e prima ancora da Reggio Calabria nord, Catona per l’esatezza.

Nino Barillà si è ormai consolidato come giocatore di Serie A.  Lo si vede andare a contrasto con Cristiano Ronaldo, sebbene la sua soddisfazione più grande resterà probabilmente aver fatto gol a Buffon con la sua Reggina.

La Gazzetta del Sud lo ha intervistato, in questi giorni in cui è in ferie natalizie ed è tornato in città.

Alla guida c’è uno che, pur venendo dalla parte opposta della città, è un reggino come lui. “Toscano – ha detto – ha trasmesso mentalità vincente, è sostenuto da una grande dirigenza, il presidente Gallo ha riportato l’entusiasmo di un tempo”.

L’amaranto è sempre nel suo cuore: “Quando gli impegni me lo consentono seguo la formazione amaranto in tv. I miei compagni del Parma mi aggiornano sempre sui risultati della Reggina”.

La Reggina è prima con dieci punti di vantaggio: “Non sono pochi. La squadra deve fare la corsa solo su se stessa, le altre non hanno più margine di errore”.

Barillà ha detto di trovarsi molto bene a Parma, dove lo ha portato il ds Faggiano che lo aveva avuto a Trapani. L’obiettivo, secondo quanto riferito, è restare a lungo, magari oronando quel contratto fino al 2022.

E su un possibile ritorno alla Reggina: “Mai dire mai. Potrei chiudere la carriera nella mia città. Sento spesso Missiroli, un giorno potremmo tornare. L’idea sarebbe stuzzicante”.

Missiroli è, ovviamente, un altro reggino come lui. E come Toscano.