Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – C’è una decisione che penalizza gli amaranto, fosse successo ad altri…

Reggina – C’è una decisione che penalizza gli amaranto, fosse successo ad altri…

Da quando la Reggina ha dimostrato di avere molto da dire in questo campionato, tanti personaggi che non hanno reso merito alla superiorità degli amaranto si sono alternati uno dopo l’altro.

Dagli agguati presunti nello spogliatoio del Granillo e alle lamentele di partita falsata in una sfida in cui, in realtà, manca un rigore nettissimo agli amaranto in avvio.

In fondo Mimmo Toscano lo aveva ammesso: ‘Da ora in avanti saremo antipatici”.

L’anno solare doveva chiudersi con la Virtus Francavilla, ma lo sciopero della Lega Pro ha spostato tutto a gennaio.

Come se non bastasse un incasso robustissimo perso, considerato che si sarebbe fatto il record stagionale grazie ai tanti fuori sede rientrati in città e provincia. esiste un problema penalizzante il cammino della squadra.

La Reggina, prima della sfida con la Virtus Francavilla, si troverà ad essere reduce da tre partite consecutive fuori casa.

Un’anomalia bella e buona.  Considerando che si tonerà al Granillo il 22 gennaio, ci si accorgerà di essere rimasti dall’impianto di Viale Galileo Galilei per un mese e mezzo (ultima con la Viterbese, 8 dicembre).

In cinque partite la Reggina avrà giocato quattro partite in  trasferta ed una in casa.

In avvio di 2020, infatti, ci saranno Cavese e Bisceglie, due trasferte che seguiranno le sfide giocate a Teramo e Lentini, inframezzate dalla sfida con la Viterbese.

Non esattamente un vantaggio per gli uomini di Toscano che, però, sembrano avere una minore feeling col lamento.

E per fortuna.