Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Denis: ‘A Lentini giocavamo in casa, ora voglio un gol sotto la Sud, a Pellaro c’è un mare bellissimo’

Denis: ‘A Lentini giocavamo in casa, ora voglio un gol sotto la Sud, a Pellaro c’è un mare bellissimo’

Un gol e un assist nella partita che si stava rivelando più difficile. German Denis è ormai,a pieno titolo, uno dei calciatori più decisivi della Reggina di questa stagione.

Ai microfoni della Gazzetta del Sud. Ha avuto modo di toccare diversi argomenti.

A partire dall’elisir di lunga giovinezza che, a 38 anni, lo fa essere ancora fondamentale. “Curo – rivela – molto l’alimentazione e mi impegno molto negli allenamenti. Il segreto è la professionalità”.

E sulla doppia cifra è categorico: “Mi interessa la squadra. Ho fatto una scelta di vita, perché volevo tornare in Italia. Sulla scelta della Reggina ha influito la sua storia.”.

Pensieri anche per i tifosi: “A Lentini sembrava di giocare in casa. E’ stato emozionante segnare sotto il settore ospiti. Ora sogno un altro gol sotto la Curva”.

Ormai il suo rapporto con il quartiere di Pellaro è diventato celeberrimo: “L’ho scelto perché c’è un mare bellissimo. Nelle ore libere mi rilasso andando a pesca. Sono ancora solo, nel 2020 arriverà la mia famiglia”.

E sui rapporti con la squadra: “Ho legato con tutti. Considero, però, Rolando il mio quinto figlio. Prima che trovasse casa, l’ho ospitato”.

E poi c’è una rivelazione: “Appena è entrato Reginaldo gli ho detto che avrebbe fatto il gol vittoria”.

Chiare le idee sul futuro: “Nessuno ci regalerà nulla. Ci sarà da lottare, tutti studiano le contromisure per fermarci”.