Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Sicula Leonzio – Reggina: tre cose che gli amaranto devono temere dei siciliani

Sicula Leonzio – Reggina: tre cose che gli amaranto devono temere dei siciliani

Il primo grande errore che la Reggina potrebbe commettere è quello di guardare la classifica e, solo per questo, sentirsi forte. A maggior ragione contro un avversario che, al momento, viaggia nei bassifondi.

Lo ripete sempre Mimmo Toscano, lo avrà ripetuto a gran voce per tutta la settimana. Non bisogna, infatti, dimenticare che la Sicula Leonzio alla vigilia del campionato era considerata una possibile mina vagante del campionato.

Frutto di una proprietà ambiziosa e facoltosa come quella della famiglia Leonardi e di un mercato che aveva portato calciatori importanti in bianconero.

Dovendo individuare tre potenziali aspetti che la Reggina deve temere della squadra di Bucaro si può parlare di:

ESPERIENZA

La Sicula Leonzio ha giocatori di qualità. Non si andrà ad affrontare una classica squadra di Serie C, imbottita di giovani. Bastare dare un’occhiata all’organico per scorgere nomi come Petta, Maimone, Ripa, Nordi.  Tutti calciatori abituati a fare la categoria, con centinaia di partite nelle gambe e in grado di dare filo da torcere fino a questo momento.

 

ORGOGLIO

Il presidente della Sicula Leonzio, nella conferenza stampa che ha anticipato il match, non ha avuto problemi nel puntare il dito contro i giocatori.  Parole arrivate per sottolineare quanto lo scarso rendimento corrisponda, invece, a profili importanti per la categoria. Il fatto che, in molti passaggi della sua conferenza, abbia posto il proprio focus sul carattere potrebbe stimolare una reazione d’orgoglio nel gruppo. E si sa quanto, eventualmente, la rabbia positiva può portare a risultati insperati.

ATTEGGIAMENTO

Complice il trend particolarmente negativo della Sicula Leonzio, esiste il rischio che i siciliani, come la Viterbese, finiscano per erigere un fortino davanti alla propria difesa.  Partite di questo tipo rischiano di rivelarsi in una brutta buccia di banana, pertanto occorrerà prestare la massima attenzione e pazienza. Toscano avrà già valutato qualsiasi tipo di eventualità.