Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Mozart spodestato da Denis: ‘Pellaro non è più zona mia, che gioia la Reggina prima!’

Reggina, Mozart spodestato da Denis: ‘Pellaro non è più zona mia, che gioia la Reggina prima!’

Santos Batista Mozart, brasiliano di Pellaro. Il centrocampista di Curitiba ha segnato un’epoca. E non solo per le sue geometrie mancine di livello internazionale, ma anche e soprattutto per come ha finito per calarsi nella società di Reggio Calabria.

Parlava dialetto forse meglio di quanto avesse fatto con l’italiano, tant’è che un suo sketch durante il programma Chisti Simu è stato consegnato alla storia della città.

“A Peddhuru cumandu eu” diceva scherzando.  Un paio di lustri dopo le cose sono cambiate, nel senso che nella periferia Sud di Reggio Calabria ad essere sulla cresta dell’onda sono le storie Instagram di German Denis dalla sua villa in riva allo Stretto.

Quando glielo fanno presente, ai microfoni di Buongiorno Reggina,  esplode in una fragorosa risata: “Purtroppo non è più zona mia. Una volta lo era, purtroppo non lo è più”.

Mozart a distanza non ha dimenticato il suo passato, anche adesso che è il vice allenatore del Curitiba dove hanno appena vinto il campionato di Serie  B ed è pronto a cimentarsi in massima serie.”Non sto seguendo  – rivela – la squadra come avrei voluto, perché ero molto impegnato con la mia squadra. So che è in testa alla classifica e mi fa molto piacere. Sono molto felice, ma soprattutto perché la gente sta tornando allo stadio. Ho giocato con il Granillo pieno e anche con lo stadio mezzo vuoto, c’è differenza”.