Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Bresciani: ‘Difficile trovarsi male a Reggio, abbiamo una grande rosa, la nostra forza è il gruppo’

Reggina, Bresciani: ‘Difficile trovarsi male a Reggio, abbiamo una grande rosa, la nostra forza è il gruppo’

Nicolas Bresciani è uno dei giocatori più giovani di una squadra forte ed esperta come la Reggina. Al momento è tra quelli che sta sorprendendo, avendo un nome meno altisonante di quello di diversi compagni.  Non gioca sempre titolare, ma quando viene chiamato in causa fa più che bene.

I numeri di Bresciani

Nicola Bresciani, esterno sinistro, arriva in prestito dal Livorno, dopo aver giocato l’ultima stagione a Ravenna. Al momento, per lui, ci sono 585 minuti spalmati in 10 presenze (cinque da titolare e cinque da subentrato).  Nel suo score c’è il gol pesantissimo segnato a  Terni.   Con i suoi 21 anni è tra i pochi under a disposizione di Toscano.

Bresciani loda il gruppo e la città

Bresciani è molto felice di essere sullo Stretto. “Trovarsi male – evidenzia –  a Reggio è difficile. Ti fermano per strada, ti seguono ovunque. Le cose stanno andando bene. Giocare davanti a diecimila persone è una cosa che in Serie C non si vede ovunque ed è una spinta in più ad ogni partita”.

Anche per chi non gioca sempre titolare non esistono mugugni. “Chi non gioca titolare o salta qualche partita – evidenzia –  è comunque forte. Questo, per noi, è un grande aiuto che ci permette di giocare al massimo tutte le partite. Questa, unitamente al gruppo che abbiamo creato, è la nostra forza. Il nostro segreto è unicamente l’allenamento”.

Inevitabile uno sguardo alle contendenti della Reggina: “Il Bari è una delle pretendenti. A livello societario e di organico è una squadra forte. Non dobbiamo dimenticare che, però, Ternana e Catania sono società ambiziose che puntano a stare nei piani alti della classifica.  Anche Potenza e Monopoli stanno facendo un buon campionato”.

“Abbiamo – prosegue Bresciani – affrontato il Catanzaro in un momento positivo per loro che hanno, comunque, una rosa importante. Quelle che mi hanno impressionato di più sono state Monopoli e Potenza. Ci sono tante buone squadre. Lo stesso Teramo e lo è e forse lo affrontiamo nel loro momento migliore”.

Per un calciatore in prestito, inevitabile chiedere se ci sia volontà di prolungare la propria esperienza alla Reggina: “A Reggio mi sto trovando benissimo, ma su questa cosa non decido solo io.  Sono in prestito, di certo do il consenso di chi qui sta bene”.

A Teramo c’è un altro sintetico all’orizzonte: “Più che svantaggi per noi, ci sono vantaggi per chi ci è abituato. Teramo pare sia una cosa nuova e sarà una superficie diversa. In campi così abbiamo già giocato, anche se il calciatore preferisce giocare sull’erba”.