Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Mastour: ‘Qui una famiglia, sto lavorando duro’

Reggina, Mastour: ‘Qui una famiglia, sto lavorando duro’

Ha ancora 21 anni, ma di lui si parla da una vita. Si diceva avesse numeri per essere a livello di Messi e Neymar.

Al momento, però, la sua carriera è stata molto deludente.  Hachim Mastour, italo-marocchino, riparte dalla Reggina, con l’obiettivo di cancellare le dicerie che lo ritengono giù un ex calciatore travolto dall’incapacità di domare la popolarità che, poco più che adolescente, lo ha visto diventare una star dei social per i suoi numeri con la palla al piede.

Il Milan su di lui ci investì milioni di euro quando aveva appena quindici anni.

Ospite di Buongiorno Reggina ha parlato per la prima volta da tesserato amaranto.

“E’ un onore – ha detto –  per me essere in un club prestigioso come questo”.

Mastour attende ancorai il transfert, presto sarà in gruppo: “Mi sto concentrando sulla parte fisica. Sta andando tutto bene. Stiamo lavorando duro, ma non so dire quando sarò disponibile”.

“I miei agenti – rivela – hanno ricevuto varie offerte, tra queste c’era quella della Reggina ed ho detto subito si. E’ un club prestigioso, una piazza con una tifoseria unica e per ogni giocatore è bellissimo avere una tifoseria così.  Qui c’è molto lavoro di squadra, le persone sono accoglienti  e la Reggina è una famiglia. In città mi sto trovando bene, sto vivendo al S.Agata, ho un fatto un giro in centro.  Ancora non conosco bene il mister, mi sembra uno che lavoro molto e pretende molto dai giocatori. Ha un rapporto schietto e sincero con ognuno di noi e questo è un bene per la squadra”.

“Sono venuto  – rivela – qua per giocare, dimostrare le mie qualità e dimostrare il passato. Mi sono rimesso in gioco senza guardare la categoria o le cose che molti mi dicono. Sono umile e tranquillo, so cosa voglio e darò il massimo”.

Ci si chiede in quale posizione può essere schierato: “Se devo dire un ruolo che preferisco è trequartista o seconda punta, ma posso svariare in ogni parte dell’attacco”.

Mastour troverà giocatori come Denis: “E’ stato un grande campione, ma come lui ci sono giocatori d’esperienza che hanno un’etica di lavoro importante e trascinano il gruppo nell’ambire a cose importanti.