Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: Denis si prende le copertine, ma quasi nessuno parla di un episodio indicativo

Reggina: Denis si prende le copertine, ma quasi nessuno parla di un episodio indicativo

Che German Denis potesse finire per dare grande visibilità mediatica alla Reggina era un fatto noto. L’arrivo di Sky per la sua presentazione era un esempio tangibile di ciò.

A lungo si è ipotizzato sulla possibilità che, a trentotto anni, la sua carriera fosse ormai sul viale del tramonto e che il biennale offertogli dalla Reggina, con i benefici del decreto crescita, potesse rischiare di essere una vacanza premio o un semplice contratto come ‘uomo immagine’.

Ci ha messo qualche partita, la forma non è ancora la migliore a detta sua, ma contro il Picerno si è visto quanto ancora il suo timbro possa ancora essere impresso a fuoco sulle partite in  Serie C.

Tutti i giornali, i siti e i media nazionali stanno dando grande spazio al fatto che abbia trascinato gli amaranto con due gol e un assist.

In pochi, però, stanno sottolineando un aspetto.

Al 42′, infatti, è arrivato il primo gol in maglia amaranto e dal suo ritorno in Italia.  A primo tempo quasi finito ci si aspetta che festeggi un po’ più del dovuto, che magari vada sotto la curva a godersi l’abbraccio di una tifoseria che ha già detto di stimare tanto.

Invece no. Pugni chiusi, spalle alla porta e corsa verso il centrocampo.  L’1-1 era il risultato che non lo soddisfaceva.

Questione di mentalità. Questione di capacità di avere ben a fuoco l’obiettivo e l’ambizione della Reggina.

Dal Tanque un’altra dimostrazione di grande voglia di essere utile alla causa.

Alla faccia dei suoi trentotto anni.