Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Monpoli-Reggina: con Scienza pugliesi meglio degli amaranto di Toscano, i numeri

Monpoli-Reggina: con Scienza pugliesi meglio degli amaranto di Toscano, i numeri

La Reggina va a Monopoli con la consapevolezza di affrontare degli ossi più duri che può riservare questo campionato. Sia perché i pugliesi possono ormai essere considerati una realtà consolidata del torneo, sia perché il momento risulta essere favorevole ai biancoverdi.

La Reggina, in questo campionato, si sta dimostrando una delle squadre più competitive e continue.

Ma attenzione al Monopoli, che ha un “prima di Scienza” e un “dopo Scienza”.

Dopo l’ottimo ruolino di marcia nelle passate stagioni, l’ex calciatore amaranto aveva scelto di lasciare la Puglia dopo l’ennesima qualificazione ai play off.

Era stato accostato a diversi club tra cui la Reggina, ma alla fine è rimasto clamorosamente senza squadra.

Nel frattempo il Monopoli aveva iniziato male il campionato con Roselli.

Con l’ex trainer del Cosenza erano arrivate una vittoria ed una sconfitta.

Da quando c’è Scienza, dopo la sconfitta casalinga contro il Catanzaro, il percorso è stato praticamente netto: cinque vittorie ed un pareggio.

16 punti in 7 partite, per una media di 2,28 punti.

E, attenzione, perché in questa fase il Monopoli ha vinto a Terni, ha pareggiato a Bari ed ha asfaltato il Catania.

Per la Reggina, invece, 20 punti in 9 partite:  2,22 punti.

Se serviva una certificazione di quanto a Monopoli sarà dura, questa potrebbe essere la migliore.

Le squadre in classifica, tra l’altro, sono appaiate.