Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Catania: vietato dimenticare

Reggina-Catania: vietato dimenticare

Domenica alle ore 15 arriva il Catania. Le due squadre si ritrovano a pochi mesi dalla sfida nel secondo turno dei play off in cui accadde di tutto.

A Catania gli amaranto trovarono un ambiente infuocato, Cevoli, a fine partita, in sede di conferenza stampa fu chiaro.

“Ho avuto – disse il tecnico –  la sensazione e questo mi dispiace che sia stato creato un ambiente intimidatorio. Nel sottopassaggio sono successe delle cose, al primo fallo di Strambelli sono successe delle cose. Il clima intimidatorio, sin dall’inizio, mi ha dato un po’ fastidio’.

Alla fine gli amaranto persero malamente e il Catania, a fine partita, fece un trenino di sfottò, quasi come si trattasse di rivalsa per quello che la Reggina fece per esultare nel 3-0 di campionato.

Peccato che quella era l’esultanza tipica di Strambelli e non una presa in giro nei confronti di qualcuno, come invece accadde al Massimino.

Non sono rimasti in tanti in amaranto, ma Bellomo, Salandria e gli altri potranno spiegare quanto potrebbe essere opportuno aggiungere motivazioni supplementari ad una sfida che sarà già fondamentale per la classifica.