Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: Toscano ha due squadre da vertice, chi ha una panchina così lunga?

Reggina: Toscano ha due squadre da vertice, chi ha una panchina così lunga?

Non sarà sfuggito ai più attenti che, nell’ultima partita casalinga contro il Bisceglie, così come contro la Cavese, la Reggina abbia schierato titolari gli esterni che avevano le credenziali di essere le alternative ai titolari.

Bresciani e Garufo, però, non sono certo gli ultimi arrivati e l’hanno dimostrato sul campo. Uno è stato tra i migliori esterni della terza serie con il Ravenna la passata stagione, l’altro è reduce da qualche stagione difficile per problemi fisici ma ha vinto campionati su campionati.

Così come in pochi si sono accorti che da tempo mancano giocatori top per la categoria come De Francesco e Doumbia e Corazza, al momento, non ha fatto rimpiangere l’arrivo tardivo di Denis. Basta, però, guardare la carriera di Corazza e scoprire che è un attaccante abituato a vincere e ad andare spesso e volentieri in doppia cifra.

A guardare l’organico amaranto si nota come, di fatto, Mimmo Toscano abbia una scelta tale da avere praticamente due squadre in grado di lottare per le prime posizioni.

E’ sufficiente fare un test e provare a schierare, in maniera virtuale, le due squadre.Pochissime contendenti hanno una rosa così profonda, forse solo la Ternana ed il Bari.

E non bisogna dimenticare che, nel giochino, mancano Paolucci (solo per questioni di spazio) e Rivas.  In entrambi i casi non si tratta dei due ultimi arrivati, considerato che uno è stato delle colonne del super Monopoli della passata stagione e l’altro è un nazionale honduregno che solo pochi giorni fa ha abbattuto il Cile a suon di assist.

Ecco le due squadre: