Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Bari-Reggina, Cornacchini snobbava gli amaranto, adesso corregge il tiro: ‘E’ una squadra forte’

Bari-Reggina, Cornacchini snobbava gli amaranto, adesso corregge il tiro: ‘E’ una squadra forte’

Il calcio, soprattutto quello parlato, è strano.  Si rischia che le dichiarazioni possano tramutarsi in una sorta di effetto boomerang.

Era lo scorso 1 agosto e il  tecnico del Bari, a margine del triangolare con Reggina e Salernitana, elencava le squadre che avrebbero conteso il vertice della classifica ai galletti. (leggi qui). 

In quel caso, dopo essere stato messo in difficoltà dagli amaranto, non citò la squadra di Toscano.

Adesso si gioca la panchina contro la Reggina. Non è dato sapere se si sia ravveduto rispetto a quelle dichiarazioni (va detto che sono arrivati a Reggio altri giocatori importanti) o voglia provare a mettere le mani avanti con le dichiarazioni rese a Radio Bari.

“Gara importante – ha spiegato Cornacchini nelle dichiarazioni riprese da Telebari  – un altro passaggio significativo del campionato. La Reggina è una squadra forte, in salute.Sono convinto che si giocheranno la gara a viso aperto. Hanno grande temperamento, noi dovremmo averne di più. Sarà fondamentale vincere i duelli individuali, correre più di loro. Se facciamo questo, le possibilità di vincere la partita saranno più alte. Io chiedo sempre alla squadra di avere coraggio. E devo dire anche che abbiamo cambiato molto nella preparazione della gara rispetto all’inizio. Ho cercato di togliere dalla testa dei calciatori qualsiasi peso, devono  restare sereni. Sappiamo che dobbiamo migliorare perché questa è una squadra che ha qualità importanti, può giocare al calcio e può farlo bene.  Basta scendere in campo con la giusta serenità”.

Parole riportate anche da Tuttobari.com:

“Tutti sono stati bravi a parlare del Bari come la squadra che deve stravincere, basandosi solo sulla campagna acquisti. La realtà è invece diversa. La Reggina se uno va a vedere i nomi scopre che ha una rosa costruita assolutamente per vincere. Si è nascosta fino ad adesso. Analogamente Catania, Ternana e Catanzaro. Le pressioni però le hanno date tutte a noi. Giustamente è così perchè funziona così, però se giochiamo a Bari queste pressioni le dobbiamo reggere. Siamo alla 4a partita. Tutto ciò che succederà è relativo, perchè è ancora presto. Il campionato è ancora iniziato. Dobbiamo sicuramente migliorare, perchè possiamo fare assolutamente meglio”.