Home / In evidenza / Reggina, l’agente di Denis: ‘Poche squadre di B se lo sarebbero potuto permettere, altre squadre lo volevano’

Reggina, l’agente di Denis: ‘Poche squadre di B se lo sarebbero potuto permettere, altre squadre lo volevano’

La Reggina ha asfaltato la Cavese senza l’acquisto più roboante della campagna acquisti estiva per un transfer non arrivato: German Denis.

Ai microfoni di Alfredopedulla.com l’agente dell’argentino Federico De Santis  ha svelato alcuni particolari relativi alla trattativa.

“Lui  – ha detto – è stato subito entusiasta quando ha sentito che a Reggio lo volevano ad ogni costo. Le cifre sono importanti, tra ingaggio e premi, poche squadre di B possono permettersele. German ha sempre avuto un legame forte con l’Italia, anche in passato si sono periodicamente affacciate altre situazioni. Quando è arrivata la chiamata della Reggina, abbiamo capito subito che poteva essere qualcosa di diverso. Per prima cosa perché gli è stato proposto un programma biennale, un progetto nel quale gli è stato chiesto di essere l’uomo immagine, il trascinatore e il bomber della squadra. Un presidente molto ambizioso (Gallo, ndr) e una società entusiasta lo hanno convinto che poteva essere la strada migliore da prendere. Denis ha motivazioni molto forti ed è sicuro di poter entusiasmare i tifosi reggini, altrimenti non sarebbe mai tornato in Italia. 

 

“Nelle scorse settimane  – rivela – c’è stato un interesse del Palermo, che però poi non si è concretizzato. Lo avevano cercato anche il Venezia, la Juve Stabia, mentre nelle precedenti finestre di mercato c’erano stati contatti con la Cremonese. Però è sempre mancata quella scintilla che poi ha trovato nella Reggina. Per riprendere l’aereo e rimettersi una maglia italiana German voleva sentirsi fondamentale nel progetto, voleva sentire la passione”.