Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Cavese, le pagelle di Strilll

Reggina-Cavese, le pagelle di Strilll

GUARNA 6 – Sufficienza raggiunta. Non va oltre perché gli avversari, a parte il rigore, non arrivano mai in porta.

LOIACONO 6 – L’unico errore di giornata è forse suo in occasione del rigore, ma di fatto i suoi compagni lo azzerano. Per il resto la sua è un’ottima prova.

BERTONCINI 6,5 – La difesa balla poco, lui la guida bene.

ROSSI 7 – Alla buona prova difensiva abbina un assist.

(74′  MARCHI S.V.)

GARUFO  6,5 – Più che d’impeto, la sua è una gara intelligente. Il passo è comunque di quelli importanti.  La Reggina, tra lui e Rolando, sembra ben coperta sulla fascia destra.

(74′ ROLANDO S.V.)

BIANCHI 6,5 – Un gol impreziosisce una prova di discreta solidità. Mezzala pura grazie alla capacità di far valere la prestanza fisica in fase di contenimento e l’ottima capacità di inserimento in fase offensiva.

SALANDRIA  6,5 – Non era facile affrontare una partita in cui aveva tutta la pressione addosso di chi sa di non essere più in cima alle gerarchie. C’è qualche errore nella sua prova,seppur di poco conto, ma la sostanza offerta è tanta. Toscano può contare su di lui.

SOUNAS 7,5 – Partita incredibile. Rincorre ogni avversario che può, si inserisce in maniera puntuale, sforna assist e fa gol.  La Reggina potrebbe aver trovato un giocatore fantastico.

(80 PAOLUCCI  S.V.)

BRESCIANI 7 – Nel primo tempo è un martello, in difesa come in attacco. Cala alla distanza.

(64′ RUBIN  6.5 – Sostituisce Bresciani e non lo fa rimpiangere.)

REGINALDO 7,5 – Gol, assist, colpi di tacco e una classe che nulla a che vedere con la Serie C. Sontuoso.

CORAZZA 7 – Gol, assist e qualche spunto interessante.  Niente male come biglietto da visita alla prima in campionato.

(64′ BELLOMO 6,5 – E’ l’idolo del Granillo pur non essendo più la stella indiscutibile della squadra grazie ad un contesto che oggi propone tanti grandi calciatori.  Lui li ripaga con un gol)

TOSCANO 7,5 – La Reggina, agevolata da una Cavese che ha fatto da sparring partner, si muove come una macchina perfetta. La sensazione che però già ci sia la mano del tecnico è evidente, in attesa di esami più attendibili.