Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – Difesa: il progetto è chiaro, cinque nomi pronti, ma ne manca uno

Reggina – Difesa: il progetto è chiaro, cinque nomi pronti, ma ne manca uno

Mimmo Toscano, nel giorno della sua presentazione, ha parlato molto poco di tattica e tanto di valori, rispetto alle scelte che farà assieme alla società sui  calciatori.

Ragion per cui non è stato facile capire quale potesse essere il progetto tattico amaranto, sebbene ci fossero pochi dubbi sul fatto che si sarebbe scelta la difesa a tre.

Taibi, Gianni, Russo e il presidente Gallo vogliono fare le cose per bene.

La squadra di Toscano punterà sulla solidità, ecco perché si vogliono dare al tecnico sei difensori centrali tutti affidabili.

Gasparetto è il perno attorno a cui sarà sviluppato il progetto difensivo.

Cristini può ormai essere considerato un giocatore amaranto. Lui, con buona probabilità, almeno nelle gerarchie ipotetiche determinate dal curriculum (poi conteranno le valutazioni dell’allenatore) sarà l’alternativa a Gasparetto o il centrale destro di scorta.

Bertolo, invece, è un’occasione che il mercato offre.  Sarà il centrale impiegato a sinistra che sarebbe titolare in qualsiasi squadra di Serie C, ma che, invece, nella Reggina dovrebbe essere la prima alternativa al centrale di sinistra titolare. Per quella posizione il più vicino è Blondett: non è un mancino naturale, ma il fatto che possa giocare anche terzino a destra e a sinistra in una difesa a quattro fa capire quanto sia utile grazie alla capacità di giocare con discreto profitto con entrambi i piedi.

E’ un profilo abituato a giocare campionati d’alta classifica, così come Bertoncini che è ormai ad un passo dagli amaranto.

Il centrale del Piacenza era praticamente promosso a cinque minuti dalla fine del suo girone, ma il destino gli ha tirato un brutto scherzo. Ai play off, invece, si è fermato solo in finale a Trapani.  Lui dovrebbe giocare a destra.

Manca, perciò, un sesto nome. C’è da capire che tipo di profilo avrà.

Si attendono sviluppi.