Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, De Francesco: ‘Reggio mi è entrata dentro, tornare? Sarebbe bello, ci penserei perché lì non è Serie C’

Reggina, De Francesco: ‘Reggio mi è entrata dentro, tornare? Sarebbe bello, ci penserei perché lì non è Serie C’

Alberto De Francesco ha lasciato la Reggina un anno e mezzo fa.

E’ volato in B a La Spezia, dopo una vittoria firmata da un suo rigore e le lacrime al Granillo. Non ha trovato lo spazio che avrebbe vouto.

Ora ai microfoni di Radio Reggio Più è tornato, per la prima volta, a parlare della sua esperienza in riva allo Stretto

“Reggio –  rivela – mi è entrata dentro. E’ qualcosa a cui penso spesso, sarebbe bello tornare alla Reggina. E’ la maglia che mi ha dato le più forti emozioni.

La Reggina si affaccerà alla prossima stagione con la volontà di costruire una squadra importante e che potrebbe far gol anche a giocatori di B come l’ex amaranto.

“Tornare a Reggio – rivela De Francesco –  non è una questione di categoria, una tifoseria del genere non c’è neanche in Serie A. Ho visto le ultime partite e sono incredibili, quell’ambiente l’ho vissuto poco per altre vicissitudini. Ora ho visto che l’aria è cambiata”.

Poi, però, è sincero: Da una parte c’è il cuore, dall’altra l’ambizione di arrivare a calcare i palcoscenici più importanti. Sarebbe bello, ma allo stesso tempo ci sarebbe da riflettere tanto. Un professionista punta anche ad andare sempre più su. Dipenderebbe eventualmente soltanto dalle sensazioni che avrei, non tanto da fattori esterni. Il progetto non conta, ma la convinzione. La categoria poi, Reggio non è Serie C e non è neanche Serie B con questo entusiasmo “.

De Francesco non si sbilancia se preferisce giocare da mediano o da mezzala: “Io ritengo che posso esprimermi in entrambi i ruoli. Da mediano davanti alla difesa posso giocare a seconda del tipo di calcio si vuole esprimere. Posso fare entrambi i ruoli, anche se giocare avanzato mi permette di divertirmi e rischiare di più”.

De Francesco ha, inoltre, ricordato con piacere la famiglia Praticò e alcuni protagonisti del suo passato sullo Stretto.