Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: tre missioni per il Drago psicologo

Reggina: tre missioni per il Drago psicologo

Massimo Drago non ha avuto l’impatto sulla Reggina che ci si aspettava. Di fatto la squadra non ha ancora ricevuto un’impronta che possa riconoscere il lavoro del tecnico, considerato che di fatto si continui a giocare non bene (come avveniva prima), con l’aggravante che adesso non si riesce neanche a beneficiare di così tanti episodi fortuiti e si segna comunque meno.

Il tecnico crotonese dovrà attingere nel migliore dei modi da una rosa vasta, ma occorrerà che tutti nel tempo acquisiscano forma e consapevolezza sufficiente per affrontare il finale di stagione,

Ci sono, però, tre giocatori che al momento, verosimilmente, sono più giù di morale degli altri.

Il primo è Edoardo Tassi. I suoi gol mancati contro il Rende (senza dimenticare quello con la Virtus Francavilla) oggi pensano come macigni, ma in rosa è il calciatore che riesce a crearsi più occasioni, quello di maggiore movimento tra i centravanti e, fino a poche settimane fa, si era anche rivelato proficuo. Toccherà al tecnico fargli capire quanto importante è per la squadra e che gli ultimi sono stati solo incidenti di percorso.

L’altro giocatore che, al momento, vive un momento non facile è Procopio. Il terzino sinistro, al momento, non ha mai convinto, giocando ben al di sotto di quelle che sono le sue credenziali. Anche in questo caso sarà fondamentale il lavoro mentale che il calciatore dovrà svolgere per evitare di subire il contraccolpo psicologico di un momento così negativo.

L’altro nome che oggi vede le sue quotazioni in netto ribasso è quello di Salvatore Sandomenico. Da giocatore fondamentale e trascinatore, sembra aver pagato sul piano della convinzione il fatto di essere diventato uno dei tanti in una squadra di star per la categoria.  Occorre farlo sentire importante e probabilmente restituirgli una condizione che oggi non è ottimale.

Si tratta di tre elementi di cui, per vari motivi, la Reggina non può fare a meno.